Street food market (e mercati notturni) a Seul per mangiare cibo di strada

Se siete in cerca di esperienze forti durante il vostro viaggio in Corea vi consigliamo di dedicarvi all’esplorazione dei migliori mercati di street food della città. Non solo assaggerete cibi deliziosi ma vi immergerete completamente nell’atmosfera locale, insieme a tanti coreani in cerca dei loro piatti preferiti. Ecco quali sono i migliori luoghi di Seul per provare street food diversi, tra food court, mercati diurni, notturni e street food alley.

Tteokbokki piccanti, odeng, corn dog, mandu… siete curiosi di scoprire la cucina di strada coreana? Partire da Seoul è davvero un’ottima idea perché le possibilità sono a dir poco infinite.
Leggete la nostra guida allo street food in corea, scegliete i piatti che vi interessano di più e correte ad assaggiarli in uno dei luoghi che vi stiamo per raccontare. All’interno dei vivaci grandi mercati non lasciatevi spaventare dall’ampia scelta, scegliete i venditori che hanno più fila e sicuramente assaggerete qualcosa di prezioso!

Non temete per la spesa perché lo street food coreano è incredibilmente economico. In questo articolo vi parliamo dei nostri posti preferiti per farne incetta.

Approfondimento: Cosa fare e vedere in 3 o 4 giorni a Seoul, gli itinerari

Gwangjang Food Market

Il secolare mercato di Gwangjang di Seoul è considerata una delle meraviglie della città. Essendo uno dei market più antichi di tutta la Corea del Sud (primato che si contende con il Namdaemun) è il luogo perfetto per immergersi nella cultura tradizionale scoprendo le prelibatezze gastronomiche classiche ma anche quelle più originali.

In particolare il mercato di Gwangjang è famoso per i suoi kimbap (o gimbap) giganti e golosissimi, ma anche per le versioni mayak kimbap (ovvero kimbap “droga”).
In questi rotoli di alghe e riso non viene messa alcuna sostanza stupefacente ovviamente ma essendo di misura mini fanno l’effetto dei cioccolatini: uno tira l’altro e molti avventori ne mangiano talmente tanti da addormentarsi come se fossero sotto l’effetto di droghe!!!

Altre specialità del mercato sono i suoi mandu (ravioli ripieni) che sono considerati tra i migliori della città e il bindaetteok, gustosissimo pancake a base di fagioli mung, verdure e carne che andrebbe bevuto con il makgeolli, un vino di riso tradizionale per cui i coreani più anziani vanno pazzi.

Oggi, dopo essere apparso su una serie Netflix dedicata al cibo di strada asiatico, è molto affollato: pur essendo aperto dalla mattina fino alle 23, vi consigliamo di andare a ora di pranzo per trovarlo più vivibile. Detto questo vogliamo fare una precisazione, tra i mercati di Seul è quello che negli ultimi anni ci ha deluso di più per un cambiamento in negativo davvero evidente. Non parliamo soltanto della confusione e delle frotte di turisti che lo visitano ma anche dei tentativi di fregare gli stranieri con prezzi più alti e porzioni più piccole (rispetto a quelle date ai turisti coreani) come anche di maleducazione dei rivenditori. Oltre a questo gli standard igienici sono più bassi della media proprio perché sono rimasti davvero pochi i clienti abituali dei ristoranti e degli stand di street food… la maggior parte sono di passaggio. Se dobbiamo consigliare di mangiare qui vi suggeriamo di provare il famoso stand di dolci di pasta di riso fritta (è proprio al centro del mercato, impossibile non scorgerlo) e di provare i tteokbokki e spiedini di Sundae piccanti di Kangane Tteokbokki.

Posizione esatta su Google Maps

Myeongdong Night Market

Se siete impegnati a fare shopping a Myeongdong e vi viene un languorino non preoccupatevi perché nel quartiere si trova una famosa via di street food che propone tantissime specialità tradizionali ma spesso servite con qualche tocco innovativo, come piace ai più giovani. Nello Street Food Alley di Myeongdong troverete davvero di tutto, le nostre pietanze preferite però sono le aragoste alla griglia servite in gustosi panini, le cozze giganti grigliate con formaggio, i corn dog (preparati con mille ricette differenti) e i mochi artigianali fatti con frutta fresca. Non si tratta del più qualitativo dei night market ma troverete certamente molte alternative golose e appariscenti che fanno impazzire chi ama il visual food.

Attenzione: apre dopo le 17 e il momento in cui l’atmosfera è più vivace è dalle 18 alle 20.

Posizione esatta su Google Maps

Mercato di Tongin

Un mercato tradizionale che si sta trasformando in attrazione turistica vicino all’uscita 2 della stazione Gyeongbokgung (linea 3) a ovest del Palazzo Gyeongbokgung, non è il nostro preferito per la sua atmosfera un po’ artificiosa ma i commercianti sono amichevoli e il cibo è decisamente più gustoso di quello del Gwangjang.

Questo non è solo un mercato tipico ma anche un luogo storico importante: è stato costruito per i residenti giapponesi nel 1941, quando la Corea era sotto il dominio giapponese: infatti ancora oggi sono presenti diversi prodotti e venditori di origine nipponica.

Qui c’è un’esperienza decisamente originale da fare: all’ingresso troverete il “venditore di coin”, ve ne daranno 10 per 5000 won, insieme a un contenitore e alle bacchette. Ora dovrete comporre il vostro pranzo: girate per le bancarelle, cercate quelle “convenzionate” e pagate con i vostri brass coin. Ecco un modo divertente per assaggiare di tutto un po’.

Andateci per pranzo o per uno spuntino, ma fate attenzione perché alle 21 sarà già tutto chiuso.

Posizione esatta su Google Maps

Mercato notturno di Dongdaemun

Dongdaemun è un colossale centro commerciale, anzi una zona di centri commerciali vecchio stile (molti dei quali dedicati alla vendita all’ingrosso) che raccoglie circa 30.000 negozi specializzati: è consigliatissimo a chi cerca capi particolari, tessuti ed accessori ma anche a chi vuole conoscere i giovani aspiranti designer della città e le loro creazioni. Oltre ad essere una mecca dello shopping ha anche una ricchissima scelta di street food attorno ai palazzoni: le bancarelle aperte fino a tarda notte propongono infinite tipologie di snack e street food di ogni tipo (incredibilmente economici!).

La zona vicina al Market Pyeonghwa è anche piena di ristorantini di strada dove grigliare, mangiare e bere fino a sera (per riprendersi dallo shopping!), se vi piace il pesce dirigetevi invece a Dongdaemun Grilled Fish Alley un vicolo specializzato in bancarelle di pesce grigliato. In questa zona troverete anche molti ristoranti dedicati al pollo (fritto o stufato). Non sarà street food da mangiare mentre si passeggia ma è il luogo perfetto per assaggiare piatti locali particolari in un’atmosfera molto local.

Posizione esatta su Google Maps

Mercato di Namdaemun

Pare che questo sia il mercato più antico di Seul, di sicuro è il più grande e quello migliore dove perdersi (letteralmente) tra la bancarelle che vendono vestiti, accessori per la casa, oggetti elettronici, cancelleria e chi più ne ha più ne metta. Non è un mercato alimentare ma ovviamente ha anche una bella parte dedicata al cibo e allo street food. La food alley di Namdaemun è molto gradevole e offre una grande varietà di piatti tradizionali.

Una delle bancarelle più frequentata è sicuramente Gamekol Son Wangmandu, un micro venditore di ravioli di tutti i tipi, incredibilmente buoni e raccomandati anche se davvero costosi rispetto alla media.
La zona più interessante a nostro parere è la Kalguksu Alley, una micro via dove si affollano bancarelle di noodles e bibimbap. Credeteci quando diciamo che non avete sicuramente mai visto dei ristoranti così vicini tra loro e così affollati! Inoltre nonostante la popolarità anche a livello turistico scoprirete che sono molti gli abitanti locali e i lavoratori che frequentano questo posto, probabilmente perché i pasti sono abbondantissimi (interi menù a base di bibimbap, kalguksu e noodles freddi), sani, gustosi e si pagano cifre bassissime per essere in centro a Seul.

Quello di Namdaemun è un mercato diurno, tutto qui chiude alle 21.

Posizione esatta su Google Maps